Trapianto di capelli Biofibre (Trapianto di capelli sintetici)

I capelli sono da sempre considerati un ornamento essenziale per la bellezza dell’uomo e della donna. Per questo avere dei capelli sani e folti è un desiderio condiviso da tutti. A tal scopo le tecniche di trapianto rappresentano una soluzione ai problemi e alla caduta dei capelli.

Talvolta durante la visita preoperatoria si può riscontrare un eccessivo diradamento  e di conseguenza la zona donatrice può risultare non idonea. Quando la zona donatrice non si rivela adeguata, oppure nei casi in cui si desidera ottenere una maggiore foltezza, si può ricorrere alla tecnologia Biofibre.

In cosa consiste la tecnica di trapianto con Biofibre?

La tecnica consiste nel trapianto nel cuoio capelluto di fibre sintetiche della lunghezza di 14-15 centimentri, la cui forma e la cui struttura sono simili a quelle del capello naturale. Prima del trattamento si effettuano dei test per rilevare un’eventuale allergia. Successivamente si impiantano le biofibre una ad una nel cuoio capelluto con l’aiuto di un apposito microago. Le fibre sono del tutto compatibili con i tessuti umani e sono ben tollerate, la biocompatibilità di questa tecnologia è stata testata e valutata come innocua per il corpo umano.

L’intervento avviene in anestesia locale e pertanto è da considerarsi del tutto indolore. Al termine dell’operazione sarà difficile distinguere i capelli naturali da quelli in biofibre, poiché questi ultimi possono essere colorati e modellati a piacimento, lisci, ricci o afro. In questo modo si garantiscono un risultato e un aspetto naturali.

Quanto si mantengono i risultati ottenuti con il trapianto Biofibre?

Dopo il trapianto sarà molto importante avere cura dei capelli. Con le giuste accortezze il risultato potrà essere mantenuto facilmente fino a 7/8 anni.

TORNA SU