Trapianto con tecnologia A Cell Prp

La visita preoperatoria è una fase fondamentale nella pianificazione del trapianto, perché in questa sede si valuta l’entità del diradamento e la qualità e la foltezza del capello della zona donatrice. Talvolta i capelli della zona donatrice possono rivelarsi deboli, poco vitali o troppo sottili. In tal caso, prima dell’operazione, viene applicato il trattamento ACell+ PRP allo scopo di migliorare lo stato di salute del capello e di garantire l’ispessimento dei capelli eccessivamente sottili. A seguito del trattamento i capelli della zona donatrice sono pronti al trapianto.

Cos’è ACell PRP?

Acell+Prp è una speciale tecnologia impiegata nel trattamento dei problemi di capelli, che sfrutta una soluzione ottenuta dalla combinazione di vitamine, medicinali e PRP, in grado di instaurare una connessione intercellulare.

L’impiego della Matrice Extracellulare nella chirurgia estetica è stato approvato come sicuro dalla FDA, il più importante centro certificazioni degli Stati Uniti d’America, con il rilascio del certificato 510K. La formula, già impiegata dal 1999 nel trattamento di cicatrici, ustioni e amputazioni, ha iniziato a essere adoperata nelle operazioni di trapianto tricologico nel 2008.

Quali sono i vantaggi del trattamento Acell PRP?

Grazie alla sua capacità di stimolare la rigenerazione dei tessuti, Acell PRP si rivela efficace anche nel miglioramento della qualità dei capelli già esistenti e, in certa misura, nel prevenirne e impedirne la caduta futura. Un tempo i pazienti affetti da specifici disturbi tricologici, quali la calvizie, non erano considerati dei candidati idonei al trapianto di capelli. Ora, invece, questi pazienti possono sottoporsi all’operazione grazie ad Acell PRP che, agendo come coadiuvante del trattamento e del preoperatorio, si rivela un metodo in grado di aumentare il successo del trapianto.

In cosa consiste il trattamento con Acell PRP?

Il primo passo consiste nell’ottenimento di una soluzione, attraverso una miscela di vitamine, particolari principi attivi e PRP, quest’ultimo estratto dal sangue del paziente stesso. Nel PRP così ottenuto sono già naturalmente presenti le cellule staminali e i fattori di crescita che, attivandosi, sono in grado di velocizzare il processo di produzione dei tessuti.

Il trattamento dura in media 1 ora e consiste nella somministrazione della soluzione in una sola seduta, attraverso un apparecchio microneedle.
Il trattamento avviene in anestesia locale, pertanto è da considerarsi del tutto indolore. L’applicazione si attua attraverso delle microiniezioni mirate ai follicoli capillari. Il PRP ottenuto dal sangue del paziente attiva le cellule staminali e i fattori di crescita, il cui naturale funzionamento garantisce il processo di copia dei tessuti sani. In tal modo le cellule morte del cuoio capelluto tornano a essere sane e forti.

TORNA SU